26 e 27 Maggio si è tenuta la Spring School 2019,

organizzata dal Prof. Paolo Tegoni

all’interno del modulo  “Cultura del vino e terroir”.

 

Domenica 26 Maggio


In mattinata, accompagnati dal vignaiolo Walter de Battè gli studenti hanno visitato il vigneto Çericò – esposto a sud e fronte mare – nell’omonima località soprastante l’abitato di Riomaggiore, con impianto vitato dedicato alle uve a bacca rossa granaccia e syrah. A seguire, il tour è stata rivolto alla degustazione dei vini Carlaz, Harmoge e Çericò, direttamente nella cantina Prima Terra in località Campiglia, dove il vignaiolo De Battè ha raccontato i suoi nettari spiegando cosa significa fare viticoltura di qualità tra Luni e le Cinque Terre.

La giornata si è conclusa con una cena didattica dal menù strettamente a base di ricette spezzine, presso la Cantina-Agriturismo Cerrolungo nell’entroterra di La Spezia.

 

  

Lunedì 27 Maggio


La Spring School ha avuto inizio con la visita guidata presso la Villa Romana del Varignano (Polo Museale della Liguria), sita accanto all’abitato di Le Grazie, per poi concludersi nell’antica cisterna della villa stessa con le relazioni della Prof.ssa Adriana Ghersi dell’ Università degli Studi di Genova e del grafico Alfio Antognetti di Res Wine Comunicazione.

Liguria Spring School 2019 è stata un’esperienza di totale immersione nella viticoltura e nella cultura materiale tra le Cinque Terre e La Spezia. Grazie a ciò gli studenti hanno potuto analizzare buona parte dell’enogastronomia territoriale che esalta questo lembo ligure, tramite il confronto diretto con gli attori della filiera agroalimentare e le varie degustazioni poste in essere durante la due giorni.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: